Pane di semola e quinoa senza nickel

Il pane di semola e quinoa senza nickel è il pane più delizioso che io abbia mai fatto.

Leggero e fragrante, delizierà il vostro palato e non potrete più farne a meno.

La varietà di grano Senatore cappelli conferisce al pane di semola e quinoa senza nickel un sapore pieno e aromatico e sicuramente lo rende un alimento sano.

La ricetta del pane di semola e quinoa senza nickel è semplice da realizzare, ma perchè la pasta madre di frumento in polvere faccia lievitare a puntino il vostro impasto, sarà necessario più tempo di riposo.

Il risultato del pane di semola e quinoa senza nickel però ripagherà l’attesa.

Potete scegliere di cuocere un’intera pagnotta o, come ho fatto io, dei singoli panini e modificare la combinazione delle farine e delle spezie per ottenere ogni volta gusti differenti.

Mani in pasta quindi e prepariamo il pane di semola e quinoa senza nickel!c<

Ingredienti:

  • 300 gr di semola di grano duro Senatore cappelli;
  • 100 gr farina di grano Senatore Cappelli;
  • 100 gr farina di quinoa bianca;
  • 3 cucchiai di olio evo;
  • 1 cucchiaio di sale fino; 
  • 2 cucchiaini di miele;
  • 300 ml acqua tiepida + acqua per impastare;
  • 1 cucchiaio circa di sale grosso;
  • 20 gr pasta madre di frumento in polvere biologica;
  • spezie a piacere.

Per cucinare il pane di semola e quinoa senza nichel, in una ciotola capiente mescolare le farine col lievito in polvere e il miele, finché non saranno perfettamente amalgamati.

Se si decide di imporre una mano, formare una fontana al centro delle polveri e unire l’olio e l’acqua tiepida poco alla volta. In ultimo il sale fino.

Nella lavorazione sarà necessario aggiungere altra acqua tiepida per rendere il panetto del pane di semola e quinoa senza nickel più morbido e omogeneo.

Impastare per almeno 10/15 minuti in modo energico.

Se si decide di usare l’impastatrice, versare tutti gli ingredienti nella ciotola, meno il sale, e impastare per 10 minuti.

Unire il sale e continuare a impastare per un paio di minuti.

Lasciar lievitare il panetto in una ciotola capiente coperta da pellicola trasparente.

Riprendere l’impasto del pane di semola e quinoa senza nickel e formare delle palline. Disporle ben distanziate sulla leccarda coperta da cartaforno per mezza giornata, coperte da un canovaccio pulito a lievitare.

Pre riscaldare il forno a 250 gradi con un pentolino pieno di acqua sul fondo.

Spennellare il pane di semola e quinoa senza nichel con acqua o spruzzarlo con l’aiuto di uno spruzzino da cucina.

Ricoprire con sale grosso e spezie a piacere e cuocere per circa 15/20 minuti.

Buon appetito col pane di semola e quinoa senza nickel!

Pizza senza nickel

 

 

La pizza senza nickel non ha nulla da invidiare a quelle classiche.

Soffice all’interno e crunchante all’esterno, soddisferà anche chi non è allergico.

La ricetta della base della pizza senza nickel è della mia strepitosa amica Anna, che non smetterò mai di ringraziare.

La farcitura della pizza senza nickel prevede una base di zucca e bresaola. E ‘sfiziosissima, ma può essere tranquillamente sostituita con quella che più ti piace.

La pizza senza nickel sarà comunque ottima.

Chi è impaziente allora di gustare definitivamente una pizza senza nickel senza rimpiangere quella normale?

Mani in pasta con la mia pizza senza nickel!

Ingredienti x circa 4 pizze:

  • 1 kg di farina 00 per pizza Divella oppure Senatore cappelli;
  • 16,5 gr di lievito di birra fresco;
  • 6 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • 500 ml di acqua tiepida;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • 1 cucchiaio di sale fino.

Per farcire:

  • 600 gr di zucca;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 100 gr di bresaola a cubetti;
  • 1 scalogno;
  • saldi;
  • pepe;
  • 2 o 3 mozzarelle fiordilatte.

 

Per preparare la pizza senza nickel unire lo zucchero nell’acqua tiepida e mescolare, finché non sarà sciolto.

Unire all’acqua il lievito sbriciolato e scioglierlo completamente.

In una terrina capiente mettere la farina e unire l’acqua col lievito più l’olio.

Amalgamare il tutto e unire la vendita.

Dopo aver amalgamato bene l’impasto, lavorarlo per 10/15 minuti, affinché sia ​​attivato il lievito.

Ogni 5 minuti sbattere la pasta e poi riprendere la lavorazione.

Questo passaggio è fondamentale per ottenere una pizza senza soffice nichel e ben lievitata.

Lasciar lievitare la pizza senza nickel in una grande ciotola, coperta da una canovaccio pulita e avvolta in una coperta per mantenere la calda sviluppata nella lavorazione.

Lasciar lievitare per 10 ore.

Nel frattempo preparare la crema di zucca.

Pulire e ridurre un pezzetto della zucca.

In una padella ampia soffriggere l’olio evo e lo scalogno tritato. Non appena sarà dorato, aggiungere la zucca, salare e cuocere con un bicchiere di acqua.

La zucca per la pizza senza nickel sarà pronta non appena diverrà morbida.

Frullare la zucca, aggiungendo un pizzico di pepe nero e, se serve, altra acqua.

Trascorse le 10 ore, che conferiranno leggerezza all’impasto della pizza senza nickel, riprendere il panetto e dividerlo in quattro pezzi.

Ricavare una pallina da ciascun pezzo e stenderle su cartaforno.

Condire la pizza con la crema di zucca, la mozzarella tagliata a cubetti piccoli ei dadini di bresaola.

Infornare a 200 gradi per circa 15 minuti o finchè la pasta non sarà dorata e cotta.

Buon appetito!

 

Deliziosa torta salata senza nickel e lattosio

La ricetta della deliziosa torta salata senza nickel e lattosio è un’idea golosissima, che non avrei potuto realizzare senza le mie amiche Simona e Chezia.

Spesso sono la mia ispirazione e grazie.

La deliziosa torta salata senza nickel e lattosio è laboriosa, ma molto semplice da realizzare. Le dosi sono sufficienti per 4/5 persone.

Io sono un’amante delle torte salate, ma con l’allergia al nichel, non riuscivo a trovare le basi adatte.

Quelle confezionate sono da escludere in generale, perché zeppe di ingredienti vietati.

Per gli alimenti concessi, ecco il link della dieta .

La deliziosa torta salata senza nickel e lattosio è un pasto completo e può essere consumato in due giorni.

In alternativa è possibile porzionare la deliziosa cacao salata senza nickel e lattosio e congelarla.

E ‘pratica da portare un lavoro per un pranzo veloce e assolutamente fantastica.

Se si può preparare anche una versione vegana eliminando la macinata di carne.

Il risultato della deliziosa torta salata senza nickel e lattosio sarà ugualmente ottima.

Ingredienti:

Pasta brisee:

  • 80 ml acqua fredda + quella per impastare;
  • 50 ml olio di oliva;
  • 1 cucchiaino di vendita fino;
  • 200 gr di farina di grano duro varietà di Senatore Cappelli.

ripieno:

  • 1 media di zucchine;
  • Mezzo mezzo melanzana;
  • 100 gr di zucca;
  • 200 gr di carne macinata rossa;
  • 200 gr di patate;
  • 1 spicchio di aglio;
  • parmigiano Reggiano qb;
  • saldi;
  • pepe;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva;
  • basilico (in reintroduzione).

Per preparare la deliziosa torta salata senza nickel e lattosio, disporre la farina e la vendita di una fontana su una spianatoia.

Piano piano aggiungere l’olio e man mano amalgamare la farina dei bordi, fino ad assorbire completamente l’impasto.

Una volta terminato l’olio, unire la acqua fredda all’impasto della deliziosa cacao salata senza nickel e lattosio e ripetere il procedimento.

Aggiungere altra acqua, sempre poca alla volta, e impastare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo e soprattutto elastico.

Formare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare circa 30 minuti in frigo.

Nel frattempo si può preparare la ripieno della deliziosa cacao salata senza nickel e lattosio.

Sbucciare le patate e ridurle in cubetti piccoli. Lessarle.

Lavare e pulire zucca, zucchine e melanzana e ridurle un cubetti.

Ungere una padella capiente con un cucchiaio di olio e rosolare leggermente l’aglio. Aggiungere la carne macinata e cuocere un fiamma basso, finché non si colorisce.

Unire il basilico e le verdure a cubetti, con eccezione delle patate, e cuocere per circa 15/20 minuti. Salare e tenere da parte.

Le verdure della deliziosa torta salata senza nichel e lattosio non devono essere completamente cotte, perché finiranno la cottura in forno.

Scolare le patate lesse e schiacciare con la forchetta, in modo da ottenere una pura. Salare, pepare e unire la padellata di carne e verdure.

Amalgamare molto bene il ripieno della deliziosa trota salata senza nickel e lattosio.

Riprendere la pasta brisee e stenderla tra due fogli di carta forno non troppo sottile.

Foderare una tortiera con la carta da forno usata per stendere la pasta e la base di brisee e versare tutto il ripieno all’interno del guscio.

In alternativa è possibile fare un ripieno di purè e carne macinata e sopra ricoprire con le verdure tagliate di lungo.

Spolverare con parmigiano grattugiato e infornare la deliziosa torta salata senza nickel e lattosio a 200 gradi in forno ventilato per circa 30 minuti.

Dorare la superficie della deliziosa torta salata senza nickel e lattosio qualche minuto con il grill.

La deliziosa torta salata senza nickel e lattosio è pronta per essere gustata!

Buon appetito!

 

Panini di riso e quinoa

 

I panini di riso e quinoa sono un nuovo esperimento, dovuto alla mia sensibilità al glutine.

Eliminare quasi del tutto il frumento non è semplice, ma con i panini di riso e quinoa non rimpiangerete il pane di grano.

I panini di riso e quinoa risultano croccanti e dorati all’esterno e morbidi all’interno.

Sono fragranti e deliziosi e adatti a chi è celicaco, sensibile al glutine e allergico al nickel o anche a chi semplicemente vuole provare sapori diversi.

I panini di riso e quinoa possono essere fatti in due modi: con un panetto di lievito di birra oppure con il lievito madre disidratato. Nella ricetta inserisco entrambi i modi di lavorazione, così potrete scegliere liberamente quale usare.

Il risultato dei panini di riso e quinoa sarà sempre buonissimo!

Ingredienti:

  • 300 gr farina di riso;
  • 100 gr fecola di patate;
  • 200 gr farina di quinoa bianca;
  • 400 ml acqua tiepida;
  • 100 ml circa di latte o latte di riso tiepido;
  • 3 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 cucchiaino zucchero o miele;
  • 1 cucchiaio di sale fino;
  • 16 gr di lievito madre di frumento essiccato in polvere (per chi non è celiaco) o 1 cubetto di lievito di birra;
  • 10 gr di xantano;
  • spezie a piacere.

Procedimento con lievito in polvere:

Per preparare i panini di riso e quinoa, in una ciotola capiente mescolare la farina di riso, quella di quinoa, il lievito madre in polvere, lo xantano e lo zucchero.

Unire 2 cucchiai di olio e poco alla volta l’acqua tiepida.

Procedimento con il panetto di lievito di birra:

Mettere un pò di latte tiepido in un bicchiere, sciogliervi il cucchiaino di zucchero e sbriciolare il lievito.

Mescolare il composto, fino a sciogliere completamente il lievito.

Solo a questo punto lo si può unire a tutti gli ingredienti secchi. Si impasta velocemente e si aggiungono i liquidi. In ultimo il sale.

Poi la lavorazione procede in maniera uguale con entrambi i tipi di lievito.

Lavorare l’impasto fino quasi a compattarlo e unire sale e spezie.

Lavorare il pane di riso e quinoa per circa 10 minuti, fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico.

Lasciar lievitare almeno 1 ora in una ciotola coperta da pellicola trasparente  e conservata al caldo. Io la avvolgo in una coperta.

Trascorse l’ora, ricoprire la leccarda del forno di cartaforno, formare dei panini, e spennellarli di olio.  Lasciarli lievitare in forno spento, ma con la lampadina accesa per circa 30 minuti/1 ora.

Finita la seconda lievitazione, infornare i panini di riso e quinoa a 250 gradi per circa 10 minuti. Proseguire la cottura a 180 gradi per altri 20/25 minuti.

 

I panini di riso e quinoa sono pronti.

Buon appetito!

Zucchine tonde ripiene

20170522_155538

Un’idea fresca e sfiziosa per quest’estate caldissima? Le zucchine tonde ripiene.

Ecco una ricetta semplice, che può essere preparata con anticipo e gustata tiepida o fredda.

Le zucchine tonde ripiene sono un secondo sfizioso, che mette subito allegria!

Ottime da preparare per cene con gli amici o da assaporare come piatto unico.

Sono belle da vedere e buonissime da mangiare, praticamente il piatto ideale per tutti.

Sono adatte a chi vuol sperimentare qualcosa di nuovo, ma anche agli allergici al nickel, glutine e lattosio.

Se non si tollerano i delattosati, è possibile, solo per chi non ha allergia al nickel, utilizzare margarina al posto del burro e il gioco è fatto!

 

Ingredienti x 2 persone:

  • 2 zucchine tonde;
  • 200/250 gr circa di patate a pasta bianca;
  • 200 gr di tonno al naturale;
  • 4 cuc. olio evo (extravergine di oliva);
  • parmigiano q.b.;
  • pangrattato di riso q.b.;
  • qualche cappero (in reintroduzione o se li tollerate) oppure olive verdi;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1/3 di bicchiere di latte di riso;
  • 1 noce di burro senza lattosio;
  • paprika dolce;
  • sale;
  • pepe bianco e nero.

Lavare le zucchine, tagliare la parte superiore e svuotarle dalla polpa.

Ridurre la polpa a tocchetti e tenere da parte.

Lessare l’involucro delle zucchine in abbondante acqua bollente e nel frattempo soffriggere in una padella due cucchiai di olio, l’aglio e la polpa delle zucchine, salare e pepare. Cuocere a fiamma dolce, finchè non saranno morbide. Eliminare l’aglio.

In una terza pentola lessare le patate sbucciate e ridotte a cubetti regolari.

Scolare le patate ben cotte e riporle in una terrina ampia. Schiacciarle con la forchetta.

In un pentolino unire le patate schiacciate con sale, pepe bianco, parmigiano, una noce di burro delattosato e il latte di riso e cuocere qualche istante a fiamma dolce.

Se necessario aggiungere altro latte.

Mescolare fino ad amalgamare molto bene gli ingredienti e spegnere il fornello.

Preparare il ripieno delle zucchine: in una terrina capiente unire il purè di patate, la polpa delle zucchine cotta in padella, i capperi o le olive, il tonno sgocciolato. Mescolare molto bene.

Scolare gli involucri di zucchine e posizionarle in una pirofila unta con uno o due cucchiai di olio di oliva.

Riempirle con il ripieno e spolverare con paprika dolce, parmigiano e pangrattato di riso.

Infine passarle in forno per la gratinatura alla funzione grill, massima potenza.

Buon appetito!

 

 

 

Maionese di riso

20170625_145914

La maionese di riso è un’alternativa più leggera e sfiziosa della classica versione.

Per chi vuole provare una ricetta diversa, ma sempre gustosa, ecco un’idea da provare subito.

La maionese di riso non ha nickel, glutine e lattosio, quindi può essere l’ideale per chi ha questi tipi di sensibilità o allergia.

Inoltre basta poco per prepararla, sia a livello di tempo che di fatica ed ingredienti.

Questa salsa può accompagnare secondi di carne e pesce o verdure, ma anche una fresca insalata di riso o dei panini.

Il sapore è più delicato rispetto alla classica maionese, ma la soddisfazione è la stessa.

Con queste dosi si ricavano circa 500 ml di maionese.

Ecco gli ingredienti per preparare in pochi minuti la maionese di riso!

Ingredienti:

  • 300 gr di olio di riso;
  • 150 gr di latte di riso freddo;
  • 25 gr di aceto di mele;
  • un pizzico di sale;
  • mezzo cucchiaino di curcuma;
  • 1 bianco d’uovo.

 

maionese-curcuma

Inserire nella brocca del frullatore ad immersione il latte, il sale, l’aceto e la curcuma.

Frullare il tutto non muovendo dal fondo la lama.

Quando il composto sarà bene emulsionato, cominciare a versare l’olio a filo, cioè poco per volta e piano piano, ma in modo continuo, non smettendo mai di frullare sul fondo.

Una volta esaurito l’olio, continuare a frullare, fino a raggiungere una consistenza omogenea.

Infine spegnere il frullatore, aggiungere il bianco d’uovo, e azionarlo nuovamente.

Frullare prima sul fondo e, quando il composto comincia a diventare di colore chiaro, continuare frullando il composto dal fondo alla superficie, fino a che non raggiunge una consistenza omogenea e cremosa.

Versare la maionese in un barattolo di vetro chiuso e riporre in frigo fino a completo raffreddamento.

E’ possibile utilizzare la maionese di riso per accompagnare i vostri piatti migliori.

Si conserva in frigo per circa una settimana, in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente.

Buon appetito!

Panini dolci per la colazione

20170604_120850

I panini dolci per la colazione sono un’idea diversa per far colazione o merenda in modo gustoso. Risvegliarsi con il profumo di dolci e soffici brioches e panini da farcire con creme e marmellate ha un sapore diverso.

La giornata comincia già per il meglio!

Questa ricetta poi è davvero semplice da realizzare e non lascia mai delusi anche chi, come noi nichelini, ha davvero tante limitazioni.

Allora allacciamo il grembiule e buona preparazione!

Ingredienti:

  • 200 ml di latte di riso;
  • 150 gr di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 250 gr di farina manitoba da farina 00 (Molino Rossetto);
  • 250 gr di farina 00;
  • 16 gr di lievito di birra in panetto;
  • 120 gr di burro (oppure 70 gr burro senza lattosio e 50 ml olio di riso);
  • 1 bacca di vaniglia;
  • latte di riso q. b. per spennellare i panini ;
  • zucchero a velo.

Per farcire:

  • marmellata concessa;
  • panna montata;
  • crema pasticcera;
  • creme aromatizzate.

panini-dolci

Riscaldare il latte fino a farlo diventare tiepido e unire un cucchiaio di zucchero dalla dose della ricetta.

Mescolare fino a scioglierlo e aggiungere il lievito spezzettato. Mescolare nuovamente, finchè si scioglie completamente.

Aggiungere l’uovo e amalgamare molto bene.

In una grande ciotola setacciare le due farine e unire lo zucchero, aggiungere il composto di latte e uova e il burro oppure il burro e l’olio e impastare, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Formare una palla e lasciarla lievitare per circa 6 ore in una ciotola ampia, ricoperta ermeticamente da pellicola trasparente e avvolta in una coperta.

Nel frattempo è possibile preparare la marmellata con la ricetta che trovate a questo link.

Trascorso il tempo di lievitazione, l’impasto avrà raddoppiato la sua dimensione.

Stenderlo dello spessore di circa 1 cm, quindi non troppo, e ritagliare con un coppapasta dei dischetti da disporre sulla leccarda del forno, ricoperta da cartaforno.

In alternativa è possibile staccare delle palline di impasto e modellarle con le mani.

Bisogna formare circa 15 panini.

Coprire con un telo di cotone pulito e lasciar lievitare per 1/2 ore.

Inseriamo un pentolino pieno di acqua nella parte bassa del forno e accendiamolo a 180 gradi funzione statica.

Spennelliamo i panini con del latte di riso e inforniamo per circa 15/30 minuti, fino a che i panini dolci per la colazione non saranno dorati.

Sfornarli e cospargerli di zucchero a velo.

Una volta freddi potrete riempirli con farcitura a piacere.

Buona colazione!

Polpette fredde di ricotta e prosciutto crudo senza cottura

palline-di-ricotta-mascarpone-e-torrone-725x545

Le polpette fredde di ricotta e prosciutto crudo senza cottura sono semplicissime da cucinare, anche per chi non ha dimistichezza in cucina ed ha a disposizione pochi ingredienti.

Fresche, saporite e leggere, soddisfano tante esigenze in un colpo solo!

Questo antipasto è infatti sfizioso ed economico, ma molto scenografico, tanto da poter essere utilizzato per le grandi occasioni, senza timore di sbagliare. Può essere preparato anche in anticipo, senza dar problemi di tempo.

Possono inoltre essere abbinate a molti piatti, come per esempio vellutate, verdure, corstini e insalate.

Ogni volta che scrivo una ricetta per il blog, mi viene sempre voglia di cucinarla per me. Queste polpette però, sono la mia passione e mi ritrovo a pregustarle con l’acquolina in bocca.

Del resto sono come le ciliegie: una tira l’altra!

Quindi cosa aspettate a provarle?

Ingredienti:

  • 400 gr di ricotta;
  • 2 zucchine;
  • 100 gr di prosciutto crudo a cubetti piccoli;
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • 50 gr di pangrattato;
  • mezzo limone succo e scorza;
  • olio;
  • sale;
  • pepe nero.

1447319355790

Sgocciolare la ricotta per 1 o 2 ore, mettendola in un colino, poggiato sopra una ciotola.

Grattugiare le zucchine e marinale con olio, sale, pepe e una spruzzata di succo di limone per almeno 2 ore.

Non appena la ricotta avrà perso il suo liquido e le zucchine saranno pronte, metterle in una terrina. Unire il pangrattato, il parmigiano e il prosciutto crudo a cubetti.

Aggiustare di sale e comporre le polpette, aiutandosi con un cucchiaio per porzionare il composto. Per facilitarvi è possibile impanarle con pangrattato e parmigiano oppure con grissini sbriciolati (con ingredienti idonei).

Per chi non è allergico al nickel, la panatura può essere fatta con frutta secca o semi.

Lasciar riposare in frigo per almeno 3 ore.

E’ possibile guarnirle con delle fettine di limone o pepe.

Le polpette fredde di ricotta e crudo senza cottura sono pronte per essere gustate.

Buon appetito!

 

 

Muffins salati di patate e zucchine

muffin-salati

I muffins salati patate  e zucchine sono l’antipasto che non ti aspetti: soffici e saporiti, ma soprattutto semplici da preparare e senza nickel.

Li ho preparati per il primo maggio e sono andati subito a ruba. Del resto basta vederli per farsi venire l’acquolina in bocca!

Morbidi e dal cuore filante, nascondono mille sorprese e sapranno stupirvi.

Provare per credere!

Ingredienti:

  • 100 gr di zucchine;
  • 500 gr di patate;
  • 2 uova;
  • 100 ml di olio evo (extravergine di oliva)+1 cucchiaio;
  • 200 ml di latte delattosato;
  • 100 gr parmigiano Reggiano grattugiato;
  • 80 gr di bresaola a cubetti;
  • 200 gr di farina 00;
  • 100 gr di formaggio dolce a cubetti senza lattosio (facoltativo);
  • 40 ml di aceto di mele+6 gr di bicarbonato;
  • 1 spicchio di aglio (da togliere successivamente);
  • sale;
  • pepe.

Pesare separatamente aceto di mele e bicarbonato. Tenere da parte.

Lavare e sbucciare le patate. Ridurle a pezzetti e bollirle. Una volta cotte, schiacciarle con la forchetta, salarle  e peparle.

Lavare, privare delle estremità e ridurre a cubetti le zucchine.

Ungere una padella con un cucchiaio di olio e aggiungere lo spicchio di aglio in camicia, cioè intero e con la buccia. Lasciar rosolare un paio di minuti e unire le zucchine con una presa di sale. Cuocerle per circa 10/15 minuti, finchè non diventeranno morbide ed eliminare l’aglio. Tenere da parte.

In una grande ciotola rompere le uova, aggiungere i 100 ml di olio, il latte, il parmigiano e la farina setacciata. Mescolare e aggiungere le patate, le zucchine, la bresaola, il formaggio a cubetti.

Preparare una teglia da muffins posizionando dei pirottini di carta all’interno di ciascuna cavità.

Unire il bicarbonato all’aceto in una tazza capiente e mescolare. Non appena il composto reagisce chimicamente, cioè forma delle bolle, unirlo all’impasto e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.

Questo servirà a far lievitare i muffins. Per gli altri lieviti concessi, cliccate qui. Voce lieviti.

Infornare a 200 gradi per 15/20 minuti.

Buona scorpacciata nickel free!

Menù di Pasqua giorno per giorno: tortini croccanti di brisè con crudo

pasticcini-allo-speck

In questa settimana è consuetudine scatenarsi alla ricerca del menù ideale per il pranzo di Pasqua.

Innumerevoli possibilità per tutti: celiaci, intolleranti al lattosio, vegani e vegetariani, crudisti e chi più ne ha più ne metta.

Difficile è trovarne uno adatto a chi è allergico al nickel. No problem!

Ci penso io a darvi una mano, proponendovi le ricette più sfiziose, durante questi giorni pre- pasquali.

Il menù prevede:

  1. TORTINI CON PROSCIUTTO CRUDO CROCCANTE;
  2. RAVIOLI RIPIENI DI MELANZANE E RICOTTA BURRO E SALVIA;
  3. VITELLO TONNATO ALLE VERDURE DI STAGIONE;
  4. SCARCELLA PUGLIESE.

Oggi cominciamo con la ricetta dei tortini croccanti di brisè con crudo.

Questi tortini sono davvero semplici da preparare e gustosissimi. Ideali per i giorni di festa, sono una delizia da presentare con orgoglio ai vostri ospiti, sicuri del risultato e soprattutto senza nickel.

Essi prevedono un guscio croccante di pasta briseè con un cuore morbido e saporito fatto di indivia e crudo, più una pastella.

Ingredienti:        x 4 persone

  • 125 gr di farina 00;
  • 65 gr di burro;
  • 80 gr di prosciutto crudo di Parma fette oppure cubetti (secondo le preferenze);
  • 2 cucchiai di acqua;
  • 2 uova;
  • 1 bicchiere di latte;
  • 1 cucchiaio di fecola di patate o frumina;
  • 2 cespi di indivia belga;
  • mezzo spicchio di aglio;
  • sale;
  • pepe nero;
  • salvia per guarnire (in reintroduzione).

Cominciamo con la pasta brisè.

In una ciotola unire la farina, il burro ammorbidito, il sale e l’acqua e mescolare velocemente, fino a formare una palla di pasta omogenea.

Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo circa 30 minuti.

Sbollentare l’indivia in acqua salata e una volta morbida, scolarla e asciugarla.

In un pentolino sciogliere una noce di burro e rosolare l’aglio. Eliminarlo e sbollentare l’indivia con sale e pepe per circa 5 minuti.

A parte in una terrina unire le uova, il latte, la fecola e un pizzico di sale e mescolare.

Togliere la pasta del frigo e stenderla dello spessore di circa mezzo centimetro. Ricavare 4 dischi, imburrare e infarinare 4 stampini e foderarli con i dischi. In alternativa usare la carta forno. Bucherellare la pasta con la forchetta, formare un fondo con l’indivia e ricoprire con la pastella preparata.

Trascorsi 10-12 minuti, coprire i tortini con le fette di crudo e continuare la cottura.

Preriscaldare il forno a 180 gradi e infornare i tortini per circa 20 minuti.

rose2bdi2bmele2be2bprosciutto2b4-002

Si potrebbe anche aggiungere il prosciutto a fine cottura per chi non lo ama croccante.

Buon appetito!

Alla prossima ricetta di Pasqua!