Dieta di disintossicazione

dieta-detox1

La dieta di disintossicazione è indispensabile per tutte le persone allergiche al nickel.

I sintomi dell’allergia al nichel  possono essere migliorati seguendo una dieta di disintossicazione per un periodo iniziale di 6 mesi.

Successivamente si passa alla reintroduzione dei cibi, seguiti da allergologo e nutrizionista.

Sempre più persone scoprono di essere affetti da SNAS.

L’allergia al nichel si divide in DAC, cioè manifestazioni cutanee e SNAS ovvero sintomi gastrointestinali e da contatto.

Il primo passo per star bene è quindi una dieta di disintossicazione, ma è difficile trovarne una affidabile.

Ci sono milioni di informazioni diverse sull’allergia al nickel e altrettante diete di disintossicazione.

Vi metto a disposizione la mia dieta di disintossicazione per l’allergia al nichel .

Ecco quali sono i prodotti permessi per l’allergia al nichel nella dieta di disintossicazione.

Cereali:

Grano non integrale, kamut, riso non integrale (risi bianchi e gialli), quinoa.

Sono consigliati in particolare grani antichi, come Senatore cappelli, Russello, Timilia, Gragnano biologici.

Amaranto tolleranza variabile.

Teff bianco in reintroduzione.

Vietati tutti gli altri e soprattutto gli integrali.

Farine:

Farina 00, semola di grano duro, kamut, riso. Farine di grano duro Senatore cappelli, Russello, Timilia (la semola).

Farina di alga spirulina, platano, tapioca, zucca, patata (tipicamente americana).

In reintroduzione quelle di castagne e ceci.

Legumi:

Nessun legume è concesso. In reintroduzione ceci e fave.

Verdure:

Barbabietole  tolleranza variabile , bietole, cetrioli, cetrioli rotondi, cicoria  tolleranza variabile , finocchi, fiori di zucca, peperoncini piccoli e dolci (friggitelli), iceberg, indivia belga, melanzane, olive, patate (cotte senza buccia e max 200gr al giorno), patate dolci americane, peperoni, radicchio rosso, rucola  tolleranza variabile , scarola liscia e riccia, topinambur, valeriana, zucca, zucchine.

Carni:

Le carni possono essere mangiate tutti indistintamente ad esclusione delle  interiora, a patto che siano carni fresche, acquistate dal macellaio.

Non sono permesse le carni confezionate, che contengono spezie, aromi, coloranti e conservanti vari.

Salumi:

Prosciutto crudo (di Parma e San Daniele in particolare) e bresaola, tagliati al momento.

Pesci:

Branzino, cernia, coda di rospo, dentice, gallinella di mare, nasello, orata, pagello, pagro, persico di lago, pesce spada, rana pescatrice, ricciola, salmone fresco con moderazione, sgombro fresco o in vetro con olio di oliva o al naturale, sogliola, spigola, tonno fresco o in vetro con olio di oliva o al naturale, triglia, trota.

Uova:

Tutte.

Latticini:

Formaggi freschi e possibilmente non confezionati, yogurt ( controllare gli ingredienti! ), panna (senza carragenina, agar agar, semi di carrube), burro, parmigiano.

Spezie:

Aglio, bacca di vaniglia, cardamomo, curcuma, paprica dolce e piccante, pepe, peperoncino, scalogno, zafferano, zenzero.

Rosmarino, origano, salvia in reintroduzione.

Condimenti:

Olio di oliva, olio extravergine di oliva, olio di riso, patè di olive con oli idonei, maionese fatta in casa con oli idonei, burro, burro chiarificato, strutto, frumina, amido di patata, capperi sotto sale con moderazione, zucchero, zucchero di canna, zucchero di canna integrale, miele, sciroppo di riso, sciroppo di mele, sciroppo di agave, sciroppo di acero, caramello fatto in casa con ingredienti concessi, latte condensato fatto in casa, marmellate con pectina di frutta (Zuegg 100% Rigoni Asiago, Agrumi di Sicilia) .

Lieviti:

Lievito di birra, lievito madre, cremor tartaro, ammoniaca per dolci e seguenti composti per lievitazioni veloci:

  • 6gr di bicarbonato di sodio + 70gr di yogurt;
  • 6 g di bicarbonato di sodio + 40 ml di aceto di mele;
  • 6 g di bicarbonato di sodio + 30 ml di succo di limone;
  • 6gr di cremor tartato + 4gr di bicarbonato di sodio + 2gr di patate di fecola.

Nella realizzazione è importante pesare separatamente i due ingredienti e mescolarli solo poco prima di infornare. Dopo averli combinati tra loro e aver iniziato la reazione chimica, si incorpora al resto degli ingredienti, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto e si inforna.

Quando si è molto infiammati a livello intestinale è preferibile sostituire il lievito di birra, perché indipendentemente dal nickel, questo infiamma l’intestino. E ‘possibile farlo con:

  • 55 gr di cremato tartaro + 25 gr di bicarbonato + 2 gr di ammoniaca per dolci;
  • lievito madre;
  • licoli.

Bibite:

Acqua (con basso residuo fisso), succo di frutta Santal 100%, Selex 100% (agrumi), Skipper, Benebio succo di mela, zucca e carota, Sanovegan linea “Ti voglio bene” in casa, centrifugati di frutta, latte di riso con olio di riso, latte di quinoa, latte di kamut, latte senza lattosio, caffè  con estrema moderazione (max 2 tazzine al giorno) e solo fatto in casa con caffettiera 100% alluminio (Bialetti), caffè di cicoria, caffè di cicoria istantaneo e ginseng puro, caffè verde, ginseng puro, aloe vera pura, cedrata Tassoni con estrema moderazione, Schweppes tonica e al limone, aranciata San Pellegrino senza coloranti, conservanti, 100% succo di arancia, Lurisia aranciata, Chiurazzi gassosa, limone bio levico, biocola, zenzero di Baladin, cedro, tisana e infusi.

Alcune marche di tisane permesse sono:

Linea  Erbamea: 

  • finocchio biologico;
  • malva biologica;
  • tiglio biologico;
  • zenzero e limone.

Linea  Terrae monaci:

  • foeniculum vulgare (finocchio);
  • malva sylvestris (malva);
  • relaxmentis (tiglio, biancospino e arancio).

Linea Valverbe :

  • caffè verde;
  • caffè verde e vaniglia;
  • caffè verde, zenzero e limone.
  • finocchio frutti (foeniculum vulgare);
  • fiori d’arancio;
  • limone e zenzero;
  • malva foglie (malva sylvestris);
  • malva foglie e fiori;
  • malva e limone;
  • tiglio e fiori d’arancio;
  • tisana rilassante con tiglio e biancospino;
  • zenzero e limone bio da agrumi di Sicilia senza aromatizzanti (citrus zingber);

Tisana Pompadour :

  • curcuma e zenzero;
  • tiglio e citronella;
  • melissa.

 

Tisane puro della linea ” Giardino botanico dei Berici ” con ingredienti elencati sotto.

Tisane di erboristeria con agrumi ,banane, betulla, biancospino, curcuma, finocchio (non semi), fiori d’arancio, fragole, malva, mele, melissa, melone, ortica, pesche, tarassaco, tiglio, valeriana, vaniglia, verbena, zenzero.

Frutta:

Agrumi (cedro, limone, lime, arance, mandarini, bergamotto, clementine, pompelmo, finger lime, kumquat detto anche mandarino cinese, limequats tipo lime, kaffir lime dalla Thailandia), anguria tolleranza variabile, banane, cachi tolleranza variabile, cachimela, fragole, mele, melecotogne, melograni, meloni, pesche, platani.

 

La dieta di disintossicazione prevede anche alcuni accorgimenti:

Cottura vietata:

Cottura alla griglia, frittura, affumicatura.

E’ vietato utilizzare cibi in scatola, meglio prediligere prodotti freschi e non confezionati.

Per quanto riguarda i cibi industriali, non dovrebbero essere consumati per varie ragioni: i recipienti in cui sono cotti non sono idonei, bisogna fare attenzione ad ingredienti e agli eccipienti vietati come coloranti, conservanti, addensanti, grassi idrogenati come CARRAGENINA-DESTROSIO-FRUTTOSIO-SEMI DI QUALSIASI GENERE- FARINA DI CARRUBE-GELATINA-MALTODESTRINA-MONO E DIGLICERIDI DEGLI ACIDI GRASSI-MAIS … ).

Qui la lista completa degli eccipienti vietati.