Polpette fredde di ricotta e prosciutto crudo senza cottura

palline-di-ricotta-mascarpone-e-torrone-725x545

Le polpette fredde di ricotta e prosciutto crudo senza cottura sono semplicissime da cucinare, anche per chi non ha dimistichezza in cucina ed ha a disposizione pochi ingredienti.

Fresche, saporite e leggere, soddisfano tante esigenze in un colpo solo!

Questo antipasto è infatti sfizioso ed economico, ma molto scenografico, tanto da poter essere utilizzato per le grandi occasioni, senza timore di sbagliare. Può essere preparato anche in anticipo, senza dar problemi di tempo.

Possono inoltre essere abbinate a molti piatti, come per esempio vellutate, verdure, corstini e insalate.

Ogni volta che scrivo una ricetta per il blog, mi viene sempre voglia di cucinarla per me. Queste polpette però, sono la mia passione e mi ritrovo a pregustarle con l’acquolina in bocca.

Del resto sono come le ciliegie: una tira l’altra!

Quindi cosa aspettate a provarle?

Ingredienti:

  • 400 gr di ricotta;
  • 2 zucchine;
  • 100 gr di prosciutto crudo a cubetti piccoli;
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • 50 gr di pangrattato;
  • mezzo limone succo e scorza;
  • olio;
  • sale;
  • pepe nero.

1447319355790

Sgocciolare la ricotta per 1 o 2 ore, mettendola in un colino, poggiato sopra una ciotola.

Grattugiare le zucchine e marinale con olio, sale, pepe e una spruzzata di succo di limone per almeno 2 ore.

Non appena la ricotta avrà perso il suo liquido e le zucchine saranno pronte, metterle in una terrina. Unire il pangrattato, il parmigiano e il prosciutto crudo a cubetti.

Aggiustare di sale e comporre le polpette, aiutandosi con un cucchiaio per porzionare il composto. Per facilitarvi è possibile impanarle con pangrattato e parmigiano oppure con grissini sbriciolati (con ingredienti idonei).

Per chi non è allergico al nickel, la panatura può essere fatta con frutta secca o semi.

Lasciar riposare in frigo per almeno 3 ore.

E’ possibile guarnirle con delle fettine di limone o pepe.

Le polpette fredde di ricotta e crudo senza cottura sono pronte per essere gustate.

Buon appetito!

 

 

Muffins salati di patate e zucchine

muffin-salati

I muffins salati patate  e zucchine sono l’antipasto che non ti aspetti: soffici e saporiti, ma soprattutto semplici da preparare e senza nickel.

Li ho preparati per il primo maggio e sono andati subito a ruba. Del resto basta vederli per farsi venire l’acquolina in bocca!

Morbidi e dal cuore filante, nascondono mille sorprese e sapranno stupirvi.

Provare per credere!

Ingredienti:

  • 100 gr di zucchine;
  • 500 gr di patate;
  • 2 uova;
  • 100 ml di olio evo (extravergine di oliva)+1 cucchiaio;
  • 200 ml di latte delattosato;
  • 100 gr parmigiano Reggiano grattugiato;
  • 80 gr di bresaola a cubetti;
  • 200 gr di farina 00;
  • 100 gr di formaggio dolce a cubetti senza lattosio (facoltativo);
  • 40 ml di aceto di mele+6 gr di bicarbonato;
  • 1 spicchio di aglio (da togliere successivamente);
  • sale;
  • pepe.

Pesare separatamente aceto di mele e bicarbonato. Tenere da parte.

Lavare e sbucciare le patate. Ridurle a pezzetti e bollirle. Una volta cotte, schiacciarle con la forchetta, salarle  e peparle.

Lavare, privare delle estremità e ridurre a cubetti le zucchine.

Ungere una padella con un cucchiaio di olio e aggiungere lo spicchio di aglio in camicia, cioè intero e con la buccia. Lasciar rosolare un paio di minuti e unire le zucchine con una presa di sale. Cuocerle per circa 10/15 minuti, finchè non diventeranno morbide ed eliminare l’aglio. Tenere da parte.

In una grande ciotola rompere le uova, aggiungere i 100 ml di olio, il latte, il parmigiano e la farina setacciata. Mescolare e aggiungere le patate, le zucchine, la bresaola, il formaggio a cubetti.

Preparare una teglia da muffins posizionando dei pirottini di carta all’interno di ciascuna cavità.

Unire il bicarbonato all’aceto in una tazza capiente e mescolare. Non appena il composto reagisce chimicamente, cioè forma delle bolle, unirlo all’impasto e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.

Questo servirà a far lievitare i muffins. Per gli altri lieviti concessi, cliccate qui. Voce lieviti.

Infornare a 200 gradi per 15/20 minuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buona scorpacciata nickel free!

Menù di Pasqua giorno per giorno: tortini croccanti di brisè con crudo

In questa settimana è consuetudine scatenarsi alla ricerca del menù ideale per il pranzo di Pasqua.

Innumerevoli possibilità per tutti: celiaci, intolleranti al lattosio, vegani e vegetariani, crudisti e chi più ne ha più ne metta.

Difficile è trovarne uno adatto a chi è allergico al nickel. No problem!

Ci penso io a darvi una mano, proponendovi le ricette più sfiziose, durante questi giorni pre- pasquali.

Il menù prevede:

  1. TORTINI CON PROSCIUTTO CRUDO CROCCANTE;
  2. RAVIOLI RIPIENI DI MELANZANE E RICOTTA BURRO E SALVIA;
  3. VITELLO TONNATO ALLE VERDURE DI STAGIONE;
  4. SCARCELLA PUGLIESE.

Oggi cominciamo con la ricetta dei tortini croccanti di brisè con crudo.

Questi tortini sono davvero semplici da preparare e gustosissimi. Ideali per i giorni di festa, sono una delizia da presentare con orgoglio ai vostri ospiti, sicuri del risultato e soprattutto senza nickel.

Essi prevedono un guscio croccante di pasta briseè con un cuore morbido e saporito fatto di indivia e crudo, più una pastella.

Ingredienti:        x 4 persone

  • 125 gr di farina 00;
  • 65 gr di burro;
  • 80 gr di prosciutto crudo di Parma fette oppure cubetti (secondo le preferenze);
  • 2 cucchiai di acqua;
  • 2 uova;
  • 1 bicchiere di latte;
  • 1 cucchiaio di fecola di patate o frumina;
  • 2 cespi di indivia belga;
  • mezzo spicchio di aglio;
  • sale;
  • pepe nero;
  • salvia per guarnire (in reintroduzione).

Cominciamo con la pasta brisè.

In una ciotola unire la farina, il burro ammorbidito, il sale e l’acqua e mescolare velocemente, fino a formare una palla di pasta omogenea.

Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo circa 30 minuti.

Sbollentare l’indivia in acqua salata e una volta morbida, scolarla e asciugarla.

In un pentolino sciogliere una noce di burro e rosolare l’aglio. Eliminarlo e sbollentare l’indivia con sale e pepe per circa 5 minuti.

A parte in una terrina unire le uova, il latte, la fecola e un pizzico di sale e mescolare.

Togliere la pasta del frigo e stenderla dello spessore di circa mezzo centimetro. Ricavare 4 dischi, imburrare e infarinare 4 stampini e foderarli con i dischi. In alternativa usare la carta forno. Bucherellare la pasta con la forchetta, formare un fondo con l’indivia e ricoprire con la pastella preparata.

Trascorsi 10-12 minuti, coprire i tortini con le fette di crudo e continuare la cottura.

Preriscaldare il forno a 180 gradi e infornare i tortini per circa 20 minuti.

Si potrebbe anche aggiungere il prosciutto a fine cottura per chi non lo ama croccante.

Buon appetito!

Alla prossima ricetta di Pasqua!

Pagnotta fragrante e superfacilissima senza nickel

20170406_135454

Una pagnotta fragrante e superfacilissima senza nickel?

Non temete! Esiste davvero!

Avete mai desiderato cucinare un bel filoncino croccante all’esterno e morbido all’interno?

Il profumo inebriante del pane appena cotto dei forni a legna e dei panifici d’ora in avanti non sarà solo una fantasia, perchè con questa ricetta è possibile preparare una pagnotta deliziosa con il minimo sforzo. Vorrete cucinare pane ogni giorno e gustarlo bello fresco.

L’unico accorgimento è quello di preparare l’impasto la mattina del giorno prima, perchè ha bisogno di una lunga lievitazione per raggiungere la giusta consistenza e lievitazione, che gli doneranno leggerezza e un gusto unico.

20170406_135510

Ingredienti:

  • 500 gr farina manitoba da farina 00 (tipo Molino Rossetto) oppure farina 00;
  • 475 ml di acqua tiepida;
  • 1 cucchiaino di zucchero;
  • 12 gr di lievito di birra in panetto;
  • 1 cucchiaio di sale;
  • spezie consentite a piacere.

Sciogliere nell’acqua tiepida lo zucchero, unire il lievito sbriciolato e mescolare, finchè non si sarà sciolto completamente.

In una capiente ciotola mettere la farina, il sale e mescolare velocemente. Aggiungere l’acqua con il lievito poco alla volta e mescolare.

Il risultato sarà una pastella abbastanza liquida.

Coprire la ciotola con la pellicola trasparente in modo ermetico e lasciar lievitare, avvolta in una coperta, per almeno 12 ore. Passare poi la ciotola in frigo, sempre coperta, per una notte intera.

Il giorno successivo preriscaldare il forno a 250 gradi funzione ventilata e posizionare un pentolino con dell’acqua sul fondo del forno.

Ricoprire di carta da forno uno stampo da plumcake oppure degli stampini monodose e versarvi dentro la pasta. Con uno spruzzino bagnare la superficie del pane.

Per un pane aromatizzato è sufficiente cospargerne la superficie con spezie a piacere. Io ho usato la paprika dolce.

Infornare e spruzzare nuovamente il pane con dell’acqua.

250 gradi per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 200 gradi e finire la cottura.

45 minuti per la pagnotta e 15 per i panini singoli.

E’ importante lasciar riposare almeno 30-45 minuti il pane prima di affettarlo, perchè all’interno la mollica continua la sua cottura.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito!

 

Cornetti leggerissimi senza nickel

maxresdefault1

Era tantissimo tempo che volevo cucinare i cornetti senza nickel, ma non trovavo mai una ricetta fattibile.

Quelle che ci sono su Internet o altrove usano spesso la pasta sfoglia, che a me piace, ma non riesco a mangiare più di tanto per la sua pesantezza.

Quella già pronta è out per chi è allergico al nickel, perchè contiene margarina e oli vari oltre ad altri ingredienti zeppi di nickel.

Quindi ho cercato una ricetta per cornetti senza nickel più leggera, con un impasto simile a quello delle brioches, ma ugualmente buonissima.

Il risultato dei cornetti senza nickel è fantastico!

Sono davvero soddisfatta dei miei cornetti senza nickel, quindi ho deciso di condividerlo con voi.

Chi l’ha detto che noi allergici non possiamo assaporare un cornetto delizioso?

Mani in pasta quindi!

Ingredienti:

LIEVITINO

  • 1 cubetto di lievito di birra;
  • 100 ml acqua tiepida;
  • 100 gr di farina manitoba da farina 00 (Molino Rossetto);
  • 2 cucchiaini di zucchero.

SECONDO IMPASTO

  • 2 uova;
  • 2 cucchiai di miele;
  • 100 gr di zucchero;
  • 90 gr di burro fuso;
  • 1 arancia scorza grattugiata;
  • 2 bacche di vaniglia semi;
  • 125 ml latte delattosato;
  • 250 gr farina 00;
  • 250 gr farina manitoba da farina 00

PER LAVORARE

  • 40 gr di burro fuso;
  • 40 gr di zucchero;
  • marmellata o crema q.b.;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • mezzo bicchiere di acqua;
  • zucchero per ricoprire la superficie.

UTENSILI

  • 1 ciotola media;
  • 1 ciotola capiente;
  • 1 cucchiaio di legno;
  • mattarello;
  • 1 metro per misurare;
  • 1 pennello da cucina;
  • 1 ciotolina;
  • 2 leccarde o 3 tegami ampi;
  • carta forno;
  • pellicola trasparente;
  • 2 canovacci puliti;
  • 1 cucchiaino.

 

Cominciamo a preparare il lievitino.

In una ciotola di media grandezza sbriciolare il lievito, aggiungere 2 cucchiaini di zucchero e l’acqua e sciogliere bene. Unire la farina e impastare velocemente. Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciar lievitare 30 minuti al caldo, avvolto in una coperta.

Nel frattempo in un altra ciotola ampia rompere le uova e unire lo zucchero, il miele, la scorza di arancia, il burro, i semi di vaniglia, il latte e mescolare. Aggiungere il lievitino, che avrà raddoppiato il suo volume, e impastare. Miscelare le farine e unirle un pò alla volta al composto. Lasciarne circa un quarto da parte per la spianatoia e per il resto della lavorazione.

L’impasto dev’essere morbido ed elastico.

Lavorare la pasta per circa 5 minuti su di una spianatoia ben infarinata. Stenderla poi con il mattarello, fino a che avrà raggiunto una lunghezza di circa 80 cm e una larghezza di 40 cm. Col l’aiuto del metro fare un taglietto alla pasta ogni 10 cm, sia sopra che sotto. Spennellarla con i 40 gr di burro fuso e cospargerla con 40 gr di zucchero.

A questo punto bisogna tagliare la pasta in strisce rettangolari, seguendo i taglietti fatti in precedenza, con una rotella per la pizza o un coltello e sovrapporre le strisce una sull’altra.

cornetti-16

 

Infarinare nuovamente il piano di lavoro e stendere la pasta in una lunga striscia, che divideremo in triangoli sottili. Dovremmo ricavare circa 16 triangoli.

Inserire sulla parte larga del trinagolo 1 o 2 cucchiaini di marmellata a piacere concessa o crema e arrotolare la pasta, sempre partendo dalla parte più ampia.

Disporre i cornetti su di un paio di leccarde, foderate di carta forno, ben distanziati gli uni dagli altri. Crescono moltissimo.

Coprire con dei panni di cotone puliti e lascir lievitare per 2 o 3 ore.

Preriscaldare il forno a 220 gradi funzione statica.

Non appena i cornetti saranno lievitati, spennellarli con 2 turoli uniti ad acqua e sbattuti e ricoprire di zucchero di canna o semolato.

Infornare per 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 180 gradi e continuare per circa 20 minuti o fino a che non saranno dorati sulla superficie e colorati sotto.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buona scorpacciata!

Per la ricetta della marmellata con cui farcire i cornetti https://vitasenzanickel.wordpress.com/2017/03/19/squisita-marmellata-di-arance-senza-nickel/

Golosissimi crackers facili e velocissimi senza nickel e vegani

I golosissimi crackers facili e velocissimi senza nickel sono di una semplicità e bontà unica!

Una volta fatti la prima volta, è impossibile resistere al loro richiamo!

Sono fragranti, si mantengono a lungo (anche 2 settimane) e sono una gioia per il palato.

Io li preparo ogni settimana, ogni volta con spezie diverse, ma sono ottimi anche al naturale.

Spesso la gente pensa che sia difficile cucinare i prodotti industriali a casa, ma non è sempre così!

Quale occasione migliore per mettersi alla prova?

Anche perchè è complicatissimo trovare crackers senza nickel e onestamente questa ricetta ne supera il gusto di gran lunga!

Quindi mani in pasta!

MG_6962-682x1024

Ingredienti:

  • 150 gr acqua fredda;
  • 20 gr di olio evo (extravergine di oliva);
  • 300 gr di farina 00.

Condimento:

  • pepe bianco;
  • paprika;
  • curcuma;
  • zenzero;
  • cardamomo.

cracker-con-origano

In una grande ciotola disporre gli ingredienti e impastare, fino a formare una palla di impasto liscio e omogeneo.

Finire di compattare la pasta su di un piano di lavoro infarinato e avvolgerla nella pellicola. Lasciar riposare circa 30 minuti.

Preriscaldare il forno a 180 gradi funzione statica.

Riprendere l’impasto e stenderlo col mattarello su di un piano infarinato.

E’ molto importante stendere la pasta molto sottile, finchè nonn sarà diventata quasi strasparente.

Ricoprire di carta forno la leccarda e cominciare a ritagliare i crackers: con una rotella per pizza o un coltello ricavare dei piccoli rettangoli e disporli sulla teglia.

Spennellare i crackers di acqua, spolverare di sale fino e spezie a piacere.

Personalmente li adoro con il pepe bianco, la curcuma e la paprika.

Infornare per circa 15 minuti e lasciarli riposare fuori dal forno qualche minuto, affinchè mantengano la croccantezza.

Si mantengono saporiti e fragranti conservati in un contenitore ermetico di plastica.

Buon appetito!

Panini veloci e semplicissimi al profumo di curcuma

20170309_114002

I panini veloci e semplicissimi al profumo di curcuma sono uno dei miei migliori risultati culinari.

Adoro cucinare di tutto, ma gli impasti salati erano il mio cruccio!

Quindi ho deciso che in barba alle difficoltà, avrei provato così tante volte da riuscire anche in questo.

Il pane era uno dei miei obiettivi, ma di solito trovavo sempre e solo ricette complesse e laboriose. La voglia andava via solo leggendo la ricetta.

Questa che vi propongo invece, è diversa dalle altre che potete trovare su Internet, non solo perchè non contiene nickel, come tutti i piatti che propongo nel blog, ma soprattutto è estremamente facile e veloce. Veramente alla portata di tutti.

Basta avere un pò di tempo da dedicarvi e la voglia di sporcarsi le mani.

Il risultato è assicurato!

Mettiamo il grembiule e buona ricetta!

curcuma-pepe-800x534

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00;
  • 300 ml di acqua tiepida;
  • 70 ml di olio evo (extravergine di oliva);
  • 10 gr di sale;
  • 10 gr di zucchero;
  • 16,5 gr di lievito di birra (un pò più di metà cubetto);
  • 2 cucchiai rasi di curcuma in polvere.

Cominciamo a riscaldare l’acqua, finchè non sarà tiepida. Uniamo all’acqua lo zucchero e mescoliamo fino a farlo sciogliere completamente. Riduciamo il lievito a pezzetti e lo mescoliamo all’acqua, sino a quando non sarà completamente sciolto.

E’ importantissimo non usare acqua fredda o acqua bollente, perchè in entrambi i casi il lievito non si attiverà.

In una ciotola capiente mettiamo la farina, il sale e la curcuma e mescoliamo velocemente. Infine uniamo gli ingredienti liquidi (acqua e lievito e olio) e mescoliamo. Lavoriamo l’impasto fino a ottenere una palla liscia e omogenea. L’impasto avrà una consistenza molto appiccicosa, per lavorarlo meglio potete sporcarvi le mani di farina e mettere la farina sul piano da lavoro.

Lasciamo la pasta nella ciotola, coperta da pellicola trasparente in modo eremetico. Io ho avvolto l’intera ciotola per sicurezza. Avvolgiamo la ciotola in una coperta, per mantenere il calore sviluppato nella lavorazione.

Lasciamo lievitare almeno 6 ore.

Riprendiamo l’impasto, che avrà triplicato il suo volume, e con le mani di farina, formiamo delle palline, che metteremo a riposare sulla leccarda del forno, ricoperta da carta forno. Le copriamo con un panno pulito e lasciamo lievitare 1 o 2 ore.

Inforniamo, spennellate di olio evo, in forno caldo a 200 gradi per 35-40 minuti.

Un piccolo trucco per rendere i panini più soffici: mettiamo un tegame pieno d’acqua sul fondo del forno. Col calore l’acqua evapora, bagnando il pane e rendendolo più umido e poroso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito!