Peperoni ripieni di riso

I peperoni ripieni di riso sono uno dei miei piatti preferiti!

Adoro mangiarne la crosticina salata in contrasto con la dolcezza del peperone.

Sono un ottimo piatto unico da preparare anche il giorno prima e soprattutto comodissimi da portare per una gita fuori porta o a lavoro.

Non solo nickelfree, ma anche glutenfree e lactosefree, possono essere adattati secondo i gusti.

Io ne preparo mille versioni e mi piacciono comunque.

Per le sostituzioni, ecco la lista dei cibi permessi per l’allergia al nickel.

Ecco la ricetta per voi!

Ingredienti:

  • 50 gr di riso basmati;
  • 1 peperone rosso o giallo medio;
  • 50 gr di prosciutto crudo a cubetti;
  • 2 cucchiai di parmigiano Reggiano stagionato 30 mesi;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergine di oliva) +1;
  • 10 olive nere snocciolate;
  • zenzero fresco;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1/2 zucchina;
  • pepe nero;
  • sale;
  • pangrattato di riso.

Preparazione:

Per preparare i peperoni ripieni di riso, bisogna innanzitutto lessare il riso in abbondante acqua salata.

Lavare e pulire i peperoni, eliminando il picciolo e lavando bene l’interno, in modo da eliminare completamente i semini.

Dividere in due parti uguali il peperone e lessarlo in abbondante acqua.

Intanto preparare il soffritto con un cucchiaio di olio, lo zenzero sminuzzato finemente, l’aglio intero e un pizzico di sale e pepe.

Aggiungere il prosciutto a cubetti e la zucchina grattugiata e cuocere per 5 minuti.

Scolare i peperoni e asciugarli bene.

Ungere una teglia in vetro con un cucchiaio di olio e posizionarci i peperoni.

Spolverare con poco sale e pepe e tenere da parte.

Scolare il riso al dente e mescolarlo col condimento di zucchina e prosciutto più le olive tagliate a pezzetti.

Riempire il peperone col riso e spolverare con pepe nero e abbondante pangrattato di riso e parmigiano Reggiano.

Completare i peperoni ripieni di riso con un filo di olio evo.

Infornare alla massima potenza, forno ventilato, finché non si formerà una crosticina croccante sulla superficie.

Buon appetito!

Per altre ricette con i peperoni:

Per altre ricette senza glutine:

Spaghetti allo sgombro e valeriana

 

Avete mai provato gli spaghetti allo sgombro e valeriana?

Questa ricetta mi è venuta in mente per caso, un giorno di pioggia in cui non sapevo assolutamente cosa mangiare a pranzo.

Cucinare piatti sfiziosi non è sempre facile con una dieta molto ristretta come per quella per l’allergia al nickel.

Sperimentando però, si possono inventare tante ricette.

Gli spaghetti allo sgombro e valeriana sono un piatto fresco, semplice e soprattutto veloce.

E’ possibile prepararlo in poco tempo e personalizzarlo in base ai propri gusti.

Il sapore è deciso, ma può essere addolcito sostituendo la valeriana o aggiungendo dello scalogno per esempio.

Altra possibilità: usare le zucchine o mixarle con la valeriana.

Cos’aspettate quindi?

Cuciniamoli subito!

Ingredienti:

  •  80 gr di spaghetti di grano duro Senatore cappelli;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 spicchio di aglio;
  • 100 gr di sombro sott’olio di oliva;
  • 150 gr circa di valeriana;
  • sale;
  • zenzero;
  • paprika dolce;
  • olive nere (opzionale).

Procedimento: 

Per preparare gli spaghetti allo sgombro e valeriana è necessario cuocere la pasta in abbondante acqua salata.

A circa metà cottura, unire la valeriana ben lavata.

Scolare la pasta al dente, conservando un bicchiere di acqua di cottura.

Nel frattempo ungere una padella con l’olio di oliva e soffriggere lo spicchio di aglio in camicia, cioè intero e con la buccia.

Questo permetterà al piatto di essere più leggero e di sapore più delicato.

Unire un pezzetto di zenzero grattugiato finemente e soffriggere appena e subito dopo lo sgombro ben sgocciolato e spezzettato e le olive.

Lasciar insaporire un paio di minuti.

Aggiungere quindi la pasta, la valeriana e mezzo bicchiere di acqua di cottura con la paprika dolce.

Prelevare parte del condimento e frullarla col minipimer.

Completare la cottura e saltare la pasta con la crema di sgombro e valeriana.

Buon appetito!

Per altre ricette di pasta:

 

Insalata di riso e quinoa

L’insalata di riso e quinoa è un piatto fresco, adatto all’estate.

Colorato e divertente, può essere preparato anche con anticipo.

Può fungere anche da piatto unico ed è adatto a chi non solo è allergico al nickel, ma anche a chi è celiaco o vegano.

Unisce colori e profumi in un’armonia di sapori.

Ottimo anche con aperitivo, è una ricetta da provare assolutamente!

Ingredienti:

  • 60 gr di riso basmati;
  • 40 gr di quinoa mista;
  • 1/2 peperone rosso;
  • 10/15 olive nere o verdi;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 pezzetto di zenzero fresco;
  • 1 zucchina;
  • 1/2 melanzana;
  • 1/2 scalogno;
  • pepe bianco;
  • sale;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergine di oliva).

Procedimento:

Per preparare l’insalata di riso e quinoa è innanzitutto necessario mettere a bagno la quinoa per almeno un paio di ore.

Poi bisogna scolarla e sciacquarla molto bene in un colino a maglie abbastanza strette.

I chicchi sono di dimensioni estremamente ridotte, quindi si rischia di perderli.

Consiglio di fare quest’operazione anche dalla sera prima, per eliminare completamente le saponine che ricoprono i chicchi.

Lavare e pulire accuratamente le verdure, quindi tagliare le zucchine e le melanzane a cubetti.

Ridurre il peperone a listarelle, facendo attenzione ad eliminare le parti bianche.

Lessare per almeno dieci minuti i peperoni e scolarli.

Nel frattempo a parte pulire e sminuzzare aglio, scalogno e zenzero.

Scaldare l’olio in una padella e aggiungere il trito di aglio, scalogno e zenzero. con una spruzzata di pepe bianco.

Unire a questo punto le verdure, compresi i peperoni e salare.

Cuocere il condimento dell’insalata di riso e quinoa per almeno dieci minuti a fiamma bassa.

Quindi unire mezzo bicchiere d’acqua e proseguire la cottura a fiamma media.

Aggiungere le olive tagliate a rondelle e proseguire la cottura per almeno 15 minuti o finché le verdure non risultano morbide.

Lessare la quinoa e il riso in abbondante acqua salata.

Scolare e saltare nel condimento.

Lasciar intiepidire l’insalata di riso e quinoa e servire.

Buon appetito!

Brodo senza nickel

Chi ha voglia di un bel brodo senza nickel in questo periodo freddo?

Io ne vado ghiotta e lo consiglio a tutti, nickelini e non.

Il brodo senza nickel è ovviamente un’alternativa a quello classico, al quale però non ha nulla da invidiare.

Per me è un comfort food fantastico!

Per scoprire altri comfort food senza nickel e ricette, cliccate qui.

La ricetta è semplicissima da preparare e ottima anche con la pastina di riso della Rice&rice, per chi ha problemi col glutine.

Basso contenuto di nickel e sapore ricco sono le caratteristiche principali di questo piatto.

Se preferite un brodo di carne, potete rendere il brodo più saporito, aggiungendo 150gr circa di carne in pezzi a persona, verrà ancora più buono e rispettando sempre la dieta.

Questo brodo è ottimo anche per chi ha bisogno di un’idea sana e leggera, ma senza rinunciare al gusto.

Quindi non c’è da esitare!

Ecco un’idea per il pranzo di oggi: brodo senza nickel per tutti!

Ingredienti:          1 persona

  • 1 scalogno;
  • 70gr circa di zucca;
  • 150gr di patate sbucciate;
  • 1/2 zucchina;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergine di oliva);
  • sale;
  • acqua q.b.;
  • 80gr di pastina per brodo.

Preparazione:

Per preparare il brodo senza nickel è necessario innanzitutto lavare le verdure e sbucciarle.

Pelare le patate e ridurle a cubetti.

Eliminare l’estremità della zucchina e tagliarla a tocchetti e così via.

Riempire un pentolino di acqua e unire le verdure con olio e sale.

Cuocere il brodo senza nickel per almeno 20 minuti a fiamma vivace o finché le verdure non saranno completamente morbide.

Nel frattempo riempire un pentolino di acqua e al bollore cuocere la pastina.

Scolarla al dente e sommergere con il brodo senza nickel.

Se volete, potete aggiungere delle spezie a piacere.

Affinché il brodo senza nickel sia saporito, è necessario utilizzare verdure freschissime e olio di qualità.

Buon appetito!

Per altre ricette di primi piatti, cliccate qui.

E voi come lo preparate nickelini?

Aspetto i vostri commenti!

Ragù bianco senza nickel

Il ragù bianco senza nickel è un piatto molto sfizioso, adatto al periodo delle feste.

Tra lasagne, pasta al forno e ravioli al sugo, ai noi allergici al nickel abbiamo bisogno di nuove idee per gustare un primo ricco e delizioso.

Il ragù bianco senza nickel risolve tutti i nostri crucci!

Una ricetta semplice e sfiziosa da far leccare i baffi!

La versione che vi propongo è quella base, ma potete divertirvi a personalizzare il ragù bianco senza nickel come volete.

Aggiungendo pancetta senza aromi per esempio, verdure come zucchine e melanzane. Il risultato è ugualmente strepitoso.

I commensali vi invidieranno!

Siete pronti a rimboccarvi le maniche e preparare il mio ragù bianco senza nickel?

Ingredienti:         x2 

  • 160 gr di penne rigate di semola o senatore cappelli;
  • 350gr macinato di pollo o maiale;
  • 1 scalogno tritato;
  • brodo vegetale q.b. ;
  • 2 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • 2 bustine di zafferano;
  • curcuma;
  • pepe nero;
  • parmigiano Reggiano grattugiato;
  • vino bianco oppure yogurt di riso.

Per la ricetta dello yogurt di riso, cliccate qui.

Per preparare il ragù bianco senza nickel iniziare soffriggendo lo scalogno in 2 cucchiai di olio evo.

Aggiungere il macinato e cuocere due o tre minuti. Unire la pasta cruda, salare, pepare e aggiungere la curcuma.

Far insaporire uno o due minuti a fiamma dolce il ragù bianco senza nickel e aggiungere il brodo, un mestolo alla volta, cuocendo come un risotto.

Prelevare un bicchiere di brodo caldo e sciogliervi lo zafferano. Incorporare alla pasta e proseguire la cottura, finché le penne non saranno al dente.

Sfumare il ragù bianco senza nickel con il vino bianco e far evaporare completamente.

Unire il parmigiano al ragù bianco senza nickel.

Per chi volesse sostituire il vino con lo yogurt di riso, quando la pasta risulterà al dente, unire lo yogurt a fuoco spento.

Amalgamare velocemente, saltando il ragù bianco senza nickel e servire subito.

Per la ricetta della lasagna bicolore cliccate qui.

Per la ricetta del polpettone delle feste cliccate qui.

Per le ricette delle feste cliccate qui.

Buon appetito!

Spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato

 

Gli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato sono un piatto sfizioso da preparare in modo veloce e semplice.

La ricetta degli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato non fa rimpiangere il pesto classico, ma lo reinterpreta.

Chi di voi nickelini non ha mai desiderato poter riassaporare un bel piatto di pasta al pesto?

Ecco la soluzione anche per chi, come me, oltre all’allergia al nickel, soffre di celiachia o sensibilità al glutine. Il piatto è inoltre privo di lattosio, come sempre.

Facciamoci avvolgere allora dal sapore ricco degli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato!

Ingredienti:

  • 80 gr di spaghetti di riso (marca Rice&rice)
  • 1/2 zucchina;
  • 1 spicchio di aglio;
  • parmigiano reggiano stagionato dai 24 mesi in su;
  • 2 fettine di zenzero fresco;
  • 1/2 limone scorza;
  • pepe nero;
  • 1 o 2 cucchiai di pangrattato di riso;
  • 1 bustina di zafferano;
  • sale;
  • 2 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva).

 

Per cucinare gli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato, cominciare scaldando e portando a bollore circa un litro e mezzo di acqua in una casseruola capiente.

Tenere da parte un bicchiere di acqua e sciogliervi lo zafferano.

Ungere una padella capiente con un cucchiaio di olio evo, scaldarlo e aggiungere lo spicchio d’aglio sbucciato, lo zenzero a pezzettini e soffriggere appena.

Aggiungere gli spaghetti di riso crudi, mescolarli velocemente e iniziare ad aggiungere l’acqua calda, un mestolo alla volta.

Questo metodo di cottura della pasta ricorda molto quello usato per il risotto. Infatti prende il nome di pasta risottata.

Quando la pasta sarà quasi pronta, unire il bicchiere di acqua e zafferano e terminare la cottura.

Per preparare il pesto per gli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato, lavare e spuntare la zucchina.

Frullare la zucchina a pezzi con un cucchiaio di olio, parmigiano a piacere, sale, scorza di limone, pepe e un goccio di acqua di cottura.

Nella padella dove è stata cotta la pasta, mescolare gli spaghetti di riso al pesto di zucchine e far ridurre la salsa.

Aggiungere, se necessario, altro parmigiano.

Impiattare e tenere da parte gli spaghetti di riso al pesto di zucchine e pangrattato e tenere da parte.

In una padella piccola tostare il pangrattato di riso, finché non diventa dorato.

 

 

Cospargere gli spaghetti di riso al pesto di zucchine con il pangrattato.

Buon appetito!

Minestrone senza nickel

wp-image-2103102783

Il minestrone senza nickel è un piatto che mi avete chiesto in molti.

E’ difficile immaginare un minestrone senza nickel, soprattutto se si è abituati alla versione classica con i legumi.

Eppure esiste! Sono riuscita a combinare un insieme di verdure, che permettono di ottenere un minestrone senza nickel senza eguali.

Non solo questo primo non ha nickel, ma ovviamente è privo di lattosio ed adatto a chi è vegano.

Con l’arrivo delle temperature più miti, si ha voglia di piatti caldi e comfort food, il mio preferito è questo.

Personalmente adoro il minestrone senza nickel e lo mangio senza problemi anche in estate, come sapete.

Le patate che si sciolgono in bocca fungono da legante per gli altri alimenti e formano un piatto ricco di sapore.

Ma senza indugi, eccovi la ricetta del minestrone senza nickel!

Ingredienti:

  • 100 gr di zucca;
  • 50 gr di peperone rosso;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1/2 scalogno;
  • 70 gr di bietole;
  • 150 gr di patate;
  • 70 gr di zucchine;
  • 100 gr di radicchio;
  • 1 foglia di basilico (in reintroduzione);
  • 1 cucchiaio di olio;
  • curcuma;
  • sale.

 

Per preparare il minestrone senza nickel, lavare le verdure e privarle delle bucce e delle eventuali estremità.

Per le bietole, sciacquarle sotto abbondante acqua fredda ed eliminare i gambetti troppo lunghi. Ridurre in pezzi le foglie troppo grandi.

Tagliare a cubetti regolari il resto delle verdure, esclusi aglio e scalogno, che vanno interi nella preparazione.

Riempire una pentola capiente con l’olio, le verdure, l’aglio e lo scalogno e coprire con acqua.

Salare a piacere, aggiungere il basilico (per chi lo tollera o per chi lo ha reintrodotto) e la curcuma e cuocere fino a che le patate non si spappoleranno.

Se necessario in cottura aggiungere, man mano che il minestrone si asciuga, un bicchiere di acqua.

A me il minestrone piace abbastanza asciutto, ma per chi lo desidera brodoso, basta aggiungere semplicemente più acqua in cottura.

Servire il minestrone senza nickel con crostini croccanti di pane casereccio e a piacere con del pepe nero macinato o altre spezie.

Qui la lista delle spezie consentite per i nickelini.

Per la ricetta del pane casereccio cliccate qui.

Buon appetito!

Bucatini allo zafferano saporiti e veloci

19COOKING-ALLAMATRICIANA-articleLarge

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono un primo semplicissimo da realizzare, ma buonissimo.

Questa è una ricetta di famiglia, che ho rivisitato appositamente per i miei problemi di allergia al nickel.

Mia madre la cucinava spessissimo quando ero piccola, perchè era uno dei miei piatti preferiti. Ogni volta che doveva premiarmi per un buon risultato, questa era una delle mie ricompense ideali.

Il profumo dello zafferano e della pancetta pervadevano la casa, quando tornavo da scuola. Subito era festa per me!

Oggi riservo i bucatini allo zafferano saporiti e veloci a occasioni speciali, ma il ricordo è sempre vivo.

Si tratta di una ricetta davvero semplicissima e appetitosa, economica e a basso contenuto di nickel. Non deluderà nessuno, è assicurato!

I bucatini allo zafferano saporiti e veloci sono adatti ad un pranzo tra amici o come piatto salvatempo, perchè si realizzano in pochi minuti e si gustano in un baleno.

Quindi rimbocchiamoci le maniche, prepariamo gli ingredienti e cominciamo!

Ingredienti    x 1 persona:

  • 80 gr di bucatini;
  • 30 gr di olive nere snocciolate;
  • 30 gr di pancetta fresca a cubetti (presa dal macellaio) oppure prosciutto crudo a cubetti;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • Parmigiano Reggiano;
  • 1 cucchiaio scarso di olio evo (extravergine di oliva);
  • 1 noce di burro senza lattosio;
  • Pepe nero q.b.

bucatini_2015

Lessare la pasta in abbondante acqua calda.

Nel frattempo scaldare in una padella l’olio e il burro, unire la pancetta o il crudo e rosolare a fiamma dolce.

Tagliare le olive a pezzetti e aggiungerle al condimento.

Scolare la pasta al dente, conservando un mestolo di acqua di cottura.

Sciogliere lo zafferano nell’acqua di cottura.

Unire i bucatini al condimento e proseguire la cottura aggiungere l’acqua con lo zafferano e il parmigiano.

Una volta che l’acqua sarà assorbita, sfumare i bucatini allo zafferano saporiti e veloci con il vino bianco.

Servire con una spolverata di pepe nero.

DSC_0556

Buon appetito!

Sfiziosa torta di riso – piatto unico

wp-image--1369692158

La sfiziosa torta di riso è un piatto unico sorprendente: coniunga bontà e facilità di preparazione.

Adatta a tutte le stagioni, può dare grandi soddisfazioni in un pranzo tra amici, ma anche come finger food o praticissima da portare in gita per un pic-nic.

Una volta cotta infatti, può essere consumata sia calda che fredda e trasportata intera o già porzionata.

Non servirà altro per farvi contenti!

Può essere conservata un paio di giorni in frigo, quindi è possibile prepararla anche con anticipo e rimane fragrante e gustosa.

E’ un piatto dai mille usi e dai mille adattamenti: le verdure possono essere sostituite a piacere e il risultato resterà comunque superlativo.

Ideale per chi vuole provare piatti nuovi, ma anche per chi ha problemi con nickel, glutine e lattosio.

Ingredienti:      x 1

  • 100 gr di riso basmati;
  • 4/5 foglie di radicchio rotondo;
  • 6/7 fette di melanzane;
  • 1 zucchina grande;
  • 1 uovo intero;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 70 gr circa di Parmigiano Reggiano a lunga stagionatura(dai 24 mesi in sù);
  • 2/3 cucchiai di olio evo (extravergine di oliva);
  • origano (in reintroduzione);
  • pepe;
  • sale.

 

Lavare la zucchina e la melanzana e privarle delle estremità.

Ridurre la zucchina a cubetti e scaldare in una padella 1 cucchiaio di olio.

Far dorare l’aglio nell’olio e aggiungere le zucchine, salare, aggiungere l’origano e cuocere a fiamma bassa, finchè non diventeranno morbide. Circa una decina di minuti.

Se necessario, aggiungere un pò di acqua.

Nel frattempo ricavare le fette di melanzana e cuocerle in una padella a parte con 1 cucchiaio di olio, acqua q.b. e un pizzico di sale.

Mentre le verdure cuociono, è possibile cominciare a lessare il riso e le foglie di radicchio in acqua bollente.

Una volta che le verdure saranno pronte, tenerle da parte separatamente.

Scolare il riso al dente e recuperare le foglie di radicchio.

In una terrina media rompere l’uovo, sbatterlo con una forchetta e unirlo al riso e alle zucchine, condire con circa 50/60 gr di parmigiano e un pizzico di pepe.

E’ possibile adesso comporre la torta di riso: in una piccola pirofila rotonda adagiare le foglie di radicchio, il composto di riso e infine ricoprire con le melanzane.

In alternativa è possibile usare una melanzana intera per foderare uno stampo ed eliminare il radicchio, ma usare sempre lo stesso ripieno.

Condire la superficie con sale, pepe, parmigiano abbondante e un filo di olio.

Infornare a circa 200 gradi per 20 minuti o finchè le melanzane non saranno dorate.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito!

Riso colorato alle zucchine e salmone

Il riso colorato alle zucchine e salmone è un piatto fresco e primaverile.

In questa stagione cibi leggeri e sfiziosi compaiono sulle tavole di tutti. 

Il riso colorato alle zucchine e salmone è uno di questi per me.

I sapori delicati delle zucchine e del salmone si aggiungono a quelli briosi del salmone e del cardamomo, che conferiscono al riso colorato alle zucchine e salmone un gusto particolare.

La ricetta del riso colorato alle zucchine e salmone è alla portata di tutti e soprattutto veloce. E’ un’idea sfiziosa anche per chi ha problemi con allergia al nickel e glutine.

Prepariamo il riso colorato alle zucchine e salmone quindi!

Ingredienti:

  • 80 gr di riso basmati;
  • 1 cucchiaio di olio evo (extravergine di oliva);
  • 100 gr di zucchine;
  • 100 gr di salmone fresco;
  • zenzero fresco;
  • cardamomo in polvere (facoltativo);
  • 1/2 scalogno;
  • 1/2 limone scorza grattugiata;
  • 1/2 bicchiere di acqua;
  • pepe nero;
  • sale.

Tritare finemente lo scalogno e tenerlo da parte. Tagliare una fettina di zenzero fresco, sbucciarlo e grattugiarlo.

Pulire le zucchine, eliminando le estremità e ridurle a cubetti piccoli.

Pulire il salmone fresco, privandolo della spina centrale, della pelle e delle spine laterali con l’aiuto di pinzette. Ridurlo a cubetti medi.

In una padella scaldare l’olio e soffriggervi scalogno e zenzero a fuoco dolce. Non appena saranno leggermente dorati, aggiungere le zucchine, salare, pepare e cuocere a fuoco medio.

Quando le zucchine si colorano, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e proseguire la cottura fino a che non diventeranno leggermente morbide.

Unire il salmone, una spolverata di cardamomo (per chi lo desidera), la buccia grattugiata del limone e cuocere a fuoco basso finché il salmone non si cuoce appena.

Lessare il riso e scolarlo al dente. Sgranarlo e unirlo velocemente al condimento per farlo insaporire.

Per gli amanti dell’agrodolce, è possibile fare una salsa di riso con gli stessi ingredienti, aggiungendo della mela verde e sostituendo il pepe nero con il pepe rosa in grani. Il riso non andrà mescolato a caldo al condimento, ma tenuto da parte e unito freddo.

Il riso colorato alle zucchine e salmone è pronto a deliziarvi.

Buon appetito!