Detersivi, saponi e pot-pourri senza nickel fai da te

Oggi voglio darvi qualche idea ecologica per realizzare a casa detersivi, saponi e profumi per la casa senza nickel.

Frugando un pò per vari siti green, ho trovato queste ricette semplicissime, che non vedo l’ora di provare io stessa e che daranno grandi soddisfazioni.

Il profumo del sapone fatto con le proprie mani è sempre più buono, come i panni lavati con un detersivo homemade sono sempre più puliti e sicuramente privi dei milioni di additivi chimici presenti in quelli in commercio!

Quindi cominciamo a rimboccarci le maniche e via!

DETERSIVO LIQUIDO PER IL BUCATO

detersivo-fatto-in-casa_ng4

Ingredienti:

  • 200 gr di carbonato (Soda solvay);
  • 100 gr di bicarbonato;
  • 2 lt di acqua;
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda per profumare;
  • 10 gocce di olio essenziale di tea tree oil per igienizzare;
  • 120 gr di sapone vegetale in scaglie.

 

Utensili:

 

  • Frullatore a immersione;
  • Pentola con coperchio;
  • Cucchiaio di legno;
  • Flacone di detersivo da 2 litri vuoto;

 

Riempire una pentola con l’acqua e farla bollire. Non appena sarà pronta, aggiungere il sapone a scaglie. Mescolare fino a completo assorbimento delle scaglie.

Aggiungere il bicarbonato e il carbonato e frullare il composto con il frullatore a immersione. Trasferire il detersivo nel flacone vuoto e aggiungere le gocce di olio essenziale. Lasciare riposare almeno 3 ore, mescolando ogni tanto. Prima di utilizzare il detersivo agitare energicamente. Si conserva per circa 35 giorni in un luogo fresco e asciutto e si usa in lavatrice, come un normale detersivo per il bucato.

 

SAPONETTE

Di solito per fare il sapone in casa le varie ricette prevedono l’uso della soda caustica, che serve nel processo di saponificazione. Il suo uso però è molto pericoloso, quindi ho cercato una ricetta che potesse unire il piacere di fare in casa, la sicurezza e la velocità di preparazione.

Ingredienti:

  • 250 ml di sapone di Marsiglia non profumato (per gli allergici al nickel consiglio “I Provenzali” o “Nuncas”);
  • 220 ml di acqua distillata;
  • 11 ml di olio vegetale (si può utilizzare ogni tipo di olio vegetale, olio di oliva, olio di jojoba, olio di mandorle;
  • 5-6 gocce di olio essenziale preferito;
  • coloranti naturali o spezie, per dare un tocco di colore (opzionale).

Utensili:

  • 1 cucchiaio di legno;
  • 2 pentolini di diverse dimensioni;
  • 1 stampo e/o stampini di silicone.

Grattugiare il sapone e scioglierlo in un pentolino a bagnomaria.

E’ necessario mescolare bene per non far attaccare il composto. Frullare il tutto con un mixer a immersione.

Dopo un po’ il sapone inizierà ad addensarsi, una volta raggiunto un buon livello di densità, aggiungete l’acqua poco alla volta, mescolando sempre, quindi l’olio, le gocce di olio essenziale e le sostanze coloranti. 

SUGGERIMENTO: per quanto riguarda la colorazione del sapone,possiamo attingere dalla cucina alcune spezie, ad esempio lo zafferano e il curry per dare il colore giallo, la cannella il colore beige, il cacao il colore marrone, la paprika per il colore rosa.

Dopo avere aggiunto tutti gli ingredienti e quando il composto è ben denso, versate negli stampi dove rimarrà a riposo per 6 settimane.

 

POUT-POURRI

Adoro il pot-pourri! Il pot-pourri è un insieme di petali di fiori secchi, erbe essiccate, spezie, scorze di agrumi e oli essenziali che regala alla casa profumi inebrianti e piacevoli sensazioni di relax.

Mi ricorda tanto mia nonna, che lo adora e lo mette ovunque. Sin da bambina mi portava in giro per casa per sentire gli odori e gli aromi delle diverse composizioni che aveva disseminato per le stanze.

Il pot-pourri profuma in modo naurale gli ambienti, ma può essere usato anche come profumatore per cassetti ed armadi.

Arricchire il vostro pot-pourri con olio essenziale di cannella, di lavanda o di cedro vi aiuterà a proteggere dalle tarme i vestiti che riporrete negli armadi o nei cassetti. Mentre per il pot-pourri che preparerete per profumare le stanze della casa potrete utilizzare gli oli essenziali.

Le proporzioni non sono importanti, dipendono dalle vostre preferenze in fatto di fragranze.

pot-pourri-sacchetto_0

Ingredienti:

  • fiori essiccati;
  • 20-30 gocce di oli essenziali + alcune gocce per ravvivarlo di tanto in tanto;
  • scorze di agrumi;
  • spezie ed erbe aromatiche;
  • foglie di tè.

I fiori essiccati sono fondamentali:trattengono il profumo degli oli essenziali, che vanno rigorosamente acquistati puri in erboristeria. Le scorze di agrumi vanno prima essiccate e poi sminuzzate, mentre possiamo sbizzarrirci con le erbe aromatiche e le spezie: dalla cannella all’anice stellato, chiodi di garofano, cardamomo, rosmarino, dei semi di vaniglia e erbe aromatiche essiccate.

Preparazione:

Unire in una ciotola gli ingredienti, partendo da fiori secchi e erbe aromatiche essiccate. Procedere con semi, spezie, scorze di agrumi e foglie di tè e pestare il tutto omogeneamente con un pestello.

Infine unire qualche goccia di oli essenziali e mescolare bene.

Se non lo utilizzerete subito, se volete regalarlo o anche solo semplicemente ottenere un odore più intenso, versate il pot-pourri in un barattolo di vetro da chiudere ermeticamente e lasciate riposare per una o due settimane. Per fissare meglio il profumo degli oli essenziali, si può aggiungere alla composizione un cucchiaino di amido di mais.

 

Come potete vedere è semplice, veloce ed economico preparare in casa profumi e saponi, quindi perchè non provarci?

E’ un’occasione per divertirsi, rilassarsi e avere una garanzia in più di prodotti senza nickel e agenti chimici dannosi per la salute.

 

Rispondi